SNOWBOARD

Si pratica utilizzando una tavola costruita a partire da un'anima di legno e provvista di lamine e soletta in materiale sintetico simili a quelle dello sci. Combina elementi tipici dello sci, dello skateboarding e del surf. Si divide in tre specialità: l’half-pipe, in cui i concorrenti sono giudicati in base alle evoluzioni compiute, lo slalom gigante parallelo e il “cross”, in cui l’obiettivo è di completare la discesa nel minor tempo possibile. E’ disciplina olimpica dal 1998.
Sulle piste di Bardonecchia alle ultime Olimpiadi invernali sono stati gli Stati Uniti a conquistare il maggior numero di medaglie (sette) in questa disciplina. Tra gli uomini i primi posti sono andati a Shaun White (halfpipe), Seth Wescott (snowboard cross) e Philipp Schoch (slalom gigante parallelo). Per le donne invece successi di Hannah Teter, Tanja Freiden e Daniela Meuli.

Psicologia dello sport